Multimedia

  • images/stories/varie/01_cristo_risorto2.jpg
  • images/stories/varie/10_varie.jpg
  • images/stories/varie/11_varie.jpg
  • images/stories/varie/12_varie.jpg
  • images/stories/varie/13_varie.jpg
  • images/stories/varie/14_varie.jpg
  • images/stories/varie/15_varie.jpg
  • images/stories/varie/16_varie.jpg
  • images/stories/varie/17_varie.jpg
  • images/stories/varie/18_varie.jpg
  • images/stories/varie/19_varie.jpg
  • images/stories/varie/1_varie.jpg
  • images/stories/varie/20_varie.jpg
  • images/stories/varie/21_varie.jpg
  • images/stories/varie/22_varie.jpg
  • images/stories/varie/23_varie.jpg
  • images/stories/varie/24_varie.jpg
  • images/stories/varie/25_varie.jpg
  • images/stories/varie/26_varie.jpg
  • images/stories/varie/27_varie.jpg
  • images/stories/varie/28_varie.jpg
  • images/stories/varie/29_varie.jpg
  • images/stories/varie/2_varie.jpg
  • images/stories/varie/30_varie.jpg
  • images/stories/varie/31_varie.jpg
  • images/stories/varie/32_varie.jpg
  • images/stories/varie/33_varie.jpg
  • images/stories/varie/34_varie.jpg
  • images/stories/varie/35_varie.jpg
  • images/stories/varie/36_varie.jpg
  • images/stories/varie/37_varie.jpg
  • images/stories/varie/38_varie.jpg
  • images/stories/varie/39_varie.jpg
  • images/stories/varie/3_varie.jpg
  • images/stories/varie/40_varie.jpg
  • images/stories/varie/41_varie.jpg
  • images/stories/varie/42_varie.jpg
  • images/stories/varie/43_varie.jpg
  • images/stories/varie/44_varie.jpg
  • images/stories/varie/45_varie.jpg
  • images/stories/varie/46_varie.jpg
  • images/stories/varie/47_varie.jpg
  • images/stories/varie/48_varie.jpg
  • images/stories/varie/49_varie.jpg
  • images/stories/varie/4_varie.jpg
  • images/stories/varie/50_varie.jpg
  • images/stories/varie/51_varie.jpg
  • images/stories/varie/52_varie.jpg
  • images/stories/varie/53_varie.jpg
  • images/stories/varie/54_varie.jpg
  • images/stories/varie/55_varie.jpg
  • images/stories/varie/56_varie.jpg
  • images/stories/varie/57_varie.jpg
  • images/stories/varie/58_varie.jpg
  • images/stories/varie/59_varie.jpg
  • images/stories/varie/5_varie.jpg
  • images/stories/varie/60_varie.jpg
  • images/stories/varie/61_varie.jpg
  • images/stories/varie/62_varie.jpg
  • images/stories/varie/63_varie.jpg
  • images/stories/varie/64_varie.jpg
  • images/stories/varie/65_varie.jpg
  • images/stories/varie/66_varie.jpg
  • images/stories/varie/67_varie.jpg
  • images/stories/varie/68_varie.jpg
  • images/stories/varie/69_varie.jpg
  • images/stories/varie/6_varie.jpg
  • images/stories/varie/70_varie.jpg
  • images/stories/varie/7_varie.jpg
  • images/stories/varie/8_varie.jpg
  • images/stories/varie/9_varie.jpg
  • images/stories/varie/foto1_2.jpg

Statistiche


Finalmente è pronto, il lavoro di molti mesi si è finalmente concluso, il museo dell’Arciconfraternita di Maria SS. Assunta in Cielo di Spinetto è realtà, con grande soddisfazione del Priore Rosa Vellone, del seggio che ovviamente l’ha coadiuvata in questo impegno e del Padre Spirituale Don Biagio Cutullè.

Anni di storia dell’Arciconfraternita racchiusi nelle stanze attigue alla navata di destra della Chiesa di Maria SS. Assunta in Cielo di Spinetto. L’entrata è già di per se storia, infatti il cancello dal quale si accede al pianterreno del museo è stato realizzato con l’antica balaustra che si trovava anni addietro sull’altare della stessa Chiesa.

Senza entrare in particolari dettagli, il museo si sviluppa su due stanze, una situata al pianterreno ed una al primo piano al quale si accede attraverso una scala in legno, come già detto, sulla parte destra della Chiesa stessa, a fianco della statua di S. Giuseppe.

Quasi tutti i pezzi sono racchiusi in splendidi armadi in legno, ben realizzati dall'artigiano Cosimo Amato, corredati da preziosi intagli realizzati dallo stesso artista, che ben si armonizzano con i pezzi esposti, con ampie vetrate in modo da ammirarne completamente il contenuto.

Molti i pezzi da vedere, dalla ricostruzione dell’abito del confratello, agli antichi abiti usati dai sacerdoti in particolari ricorrenze, ai molteplici paramenti sacri (pianete, piviali, tunicelle, stole, manipoli, fasce, veli).

Ancora l’ombrello da processione, i due baldacchini anch’essi da processione, le bellissime tovaglie decorate in oro e pietre preziose.

Di particolare interesse ancora l’antica statua di Cristo Crocefisso portata in processione il Venerdì Santo sostituita nel corso degli anni, i cassetti usati per la raccolta delle offerte, gli stampi originali in legno per la realizzazione delle immaginette, la “macchietta” usata nei funerali.

Da ammirare inoltre i molteplici calici, pissidi, patene, ostensori ed i tanti pezzi di oreficeria.

Insomma vale la pena visitare questo museo, per rivivere un po’ di storia della Congregazione di Maria SS. Assunta in Cielo di Spinetto.

Con l'occasione si rinnova l'invito per tutti, a sabato 15 marzo 2014 ore 17,30 per l'inaugurazione.

 

Primo dell'anno

"Maria Madre di Dio"

In quel tempo, [i pastori] andarono, senza indugio, e trovarono Maria e Giuseppe e il bambino, adagiato nella mangiatoia. E dopo averlo visto, riferirono ciò che del bambino era stato detto loro.
Tutti quelli che udivano si stupirono delle cose dette loro dai pastori. Maria, da parte sua, custodiva tutte queste cose, meditandole nel suo cuore.
I pastori se ne tornarono, glorificando e lodando Dio per tutto quello che avevano udito e visto, comera stato detto loro.
Quando furono compiuti gli otto giorni prescritti per la circoncisione, gli fu messo nome Gesù, come era stato chiamato dallangelo prima che fosse concepito nel grembo.

 

 Video Vangelo: III Domenica Avvento

Mt 11, 2-11
Dal Vangelo secondo Matteo

In quel tempo, Giovanni, che era in carcere, avendo sentito parlare delle opere del Cristo, per mezzo dei suoi discepoli mandò a dirgli: «Sei tu colui che deve venire o dobbiamo aspettare un altro?». Gesù rispose loro: «Andate e riferite a Giovanni ciò che udite e vedete: I ciechi riacquistano la vista, gli zoppi camminano, i lebbrosi sono purificati, i sordi odono, i morti risuscitano, ai poveri è annunciato il Vangelo. E beato è colui che non trova in me motivo di scandalo!».
Mentre quelli se ne andavano, Gesù si mise a parlare di Giovanni alle folle: «Che cosa siete andati a vedere nel deserto? Una canna sbattuta dal vento? Allora, che cosa siete andati a vedere? Un uomo vestito con abiti di lusso? Ecco, quelli che vestono abiti di lusso stanno nei palazzi dei re! Ebbene, che cosa siete andati a vedere? Un profeta? Sì, io vi dico, anzi, più che un profeta. Egli è colui del quale sta scritto: "Ecco, dinanzi a te io mando il mio messaggero, davanti a te egli preparerà la tua via".
In verità io vi dico: fra i nati da donna non è sorto alcuno più grande di Giovanni il Battista; ma il più piccolo nel regno dei cieli è più grande di lui».

 

 


 

 Video Vangelo: Immacolata Concezione BVM

Lc 1, 26-38
Dal Vangelo secondo Luca

In quel tempo, l'angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nàzaret, a una vergine, promessa sposa di un uomo della casa di Davide, di nome Giuseppe. La vergine si chiamava Maria. Entrando da lei, disse: «Rallègrati, piena di grazia: il Signore è con te».
A queste parole ella fu molto turbata e si domandava che senso avesse un saluto come questo. L'angelo le disse: «Non temere, Maria, perché hai trovato grazia presso Dio. Ed ecco, concepirai un figlio, lo darai alla luce e lo chiamerai Gesù. Sarà grande e verrà chiamato Figlio dell'Altissimo; il Signore Dio gli darà il trono di Davide suo padre e regnerà per sempre sulla casa di Giacobbe e il suo regno non avrà fine».
Allora Maria disse all'angelo: «Come avverrà questo, poiché non conosco uomo?». Le rispose l'angelo: «Lo Spirito Santo scenderà su di te e la potenza dell'Altissimo ti coprirà con la sua ombra. Perciò colui che nascerà sarà santo e sarà chiamato Figlio di Dio. Ed ecco, Elisabetta, tua parente, nella sua vecchiaia ha concepito anch'essa un figlio e questo è il sesto mese per lei, che era detta sterile: nulla è impossibile a Dio».
Allora Maria disse: «Ecco la serva del Signore: avvenga per me secondo la tua parola». E l'angelo si allontanò da lei.

 

 


 

 

Video Vangelo: I Domenica Avvento

Mt 24, 37-44
Dal Vangelo secondo Matteo

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli:
«Come furono i giorni di Noè, così sarà la venuta del Figlio dell'uomo. Infatti, come nei giorni che precedettero il diluvio mangiavano e bevevano, prendevano moglie e prendevano marito, fino al giorno in cui Noè entrò nell'arca, e non si accorsero di nulla finché venne il diluvio e travolse tutti: così sarà anche la venuta del Figlio dell'uomo. Allora due uomini saranno nel campo: uno verrà portato via e l'altro lasciato. Due donne macineranno alla mola: una verrà portata via e l'altra lasciata.
Vegliate dunque, perché non sapete in quale giorno il Signore vostro verrà. Cercate di capire questo: se il padrone di casa sapesse a quale ora della notte viene il ladro, veglierebbe e non si lascerebbe scassinare la casa. Perciò anche voi tenetevi pronti perché, nell'ora che non immaginate, viene il Figlio dell'uomo».

 

 


 

Il Museo

DSC 0377
saluti
Silvano Onda bn

Ufficiolo Online

Copertina

Cerca nel sito